fbpx
Copertina di Archeo n. 428, Ottobre 2020
Archeo In edicola

Archeo n. 428 – Ottobre 2020

Editoriale

VALORI UNIVERSALI

Nel 1954 il governo egiziano decise la costruzione di una grande diga sul Nilo in grado di arginare le periodiche inondazioni causate del grande fiume africano. Un primo sbarramento, completato nel 1902 nei pressi della città di Assuan – all’altezza della Prima Cataratta –, aveva già compromesso le vestigia di un sito archeologico celebre, situato sull’isola di File e noto sin dall’Ottocento come «la perla del Nilo»: un complesso sacro, dedicato alla dea Iside, composto da un grande tempio principale accompagnato da una serie di edifici minori. In quei primi decenni del Novecento era consuetudine che i visitatori si aggirassero in barca tra le colonne e i capitelli parzialmente sommersi dai flutti…
La nascita della nuova diga, invece, avrebbe comportato la completa scomparsa di File, insieme all’inondazione di tutti i monumenti dell’antica Nubia, tra cui, nell’estremo Sud della regione, i famosi templi rupestri di Abu Simbel.
Nel 1960, l’UNESCO lanciò un appello alle nazioni per il salvataggio di quelle straordinarie vestigia della civiltà faraonica. Fu cosí che, attraverso un’impresa di dimensioni titaniche, i monumenti della Nubia vennero tratti in salvo: prima, tra il 1963 e il 1968, quelli di Abu Simbel, poco piú tardi quelli di File.
A distanza di quarant’anni (l’inaugurazione del «nuovo» sito di File risale al marzo del 1980), Italia ed Egitto celebrano l’evento, ricordando un’avventura culturale e civile che, se vista con gli occhi di oggi, sembra quasi impossibile (vedi alle pp. 32-55). In questi ultimi decenni il mondo è cambiato anche per…(Continua la lettura sul numero di Archeo in edicola o abbonati!!)

Andreas M. Steiner

Scorri il sommario

EDITORIALE
Valori universali
di Andreas M. Steiner

Attualità
NOTIZIARIO

SCOPERTE
A Roma, fra la via Ostiense e la via di Malafede è venuta alla luce una vasca monumentale, unica nel suo genere. E, per il momento, misteriosa…

ALL’OMBRA DEL VULCANO
Una mostra nella Palestra Grande di Pompei racconta in che modo i Romani intendessero la bellezza, la grazia il decoro e l’eleganza

IN DIRETTA DA VULCI
Dagli scavi della necropoli di Poggetto Mengarelli è venuta la conferma di come anche gli Etruschi fossero ben consapevoli delle proprietà salutari dell’elettro e dell’argento

A TUTTO CAMPO
La ricerca archeologica può essere un alleato prezioso nella lotta, attualissima, per salvare la biodiversità

LA DEMOCRAZIA NEL CUORE
Messaggi senza tempo
di Louis Godart

RESTAURI
La perla del Nilo, salvata dalle acque
di Giuseppina Capriotti Vittozzi

LETTERATURA
Omero a Babilonia
di Louis Godart

ARCHEOLOGIA DELLE NAZIONI/4
Quando un’identità non basta
di Umberto Livadiotti

SPECIALE
Persepoli
Quei Persiani dalla barba blu
a cura di Flavia Marimpietri, con interventi di Paolo Pastorello, Pierfrancesco Callieri, Alireza Askari Chaverdi, Marisa Laurenzi Tabasso e Bertrand du Vignaud

RUBRICHE

SCAVARE IL MEDIOEVO
Sulle tracce dei crociati
di Andrea Augenti

L’ALTRA FACCIA DELLA MEDAGLIA
Una famiglia tutta d’oro
di Francesca Ceci

LIBRI

Ad