In edicola dall'8 Giugno

L'ORA DI DAMASCO

È forse per un eccesso di cautela – motivato, perché no, da una certa dose di scaramanzia – che nelle nostre passate cronache siriane non abbiamo mai affrontato le sorti di una delle principali istituzioni culturali del Paese vicino orientale, il Museo Nazionale di Damasco. Situato nella capitale, a pochi minuti dal simbolo della città, la Grande Moschea degli Omayyadi (sorta sui resti di una chiesa bizantina, a sua volta costruita sulle rovine di un santuario romano e, ancor prima, siriaco), il Museo ha superato indenne le tragedie che hanno colpito – e, purtroppo, tuttora investono – la Siria: una condizione fortuita e rara, a fronte di un panorama che, per altri versi, continua a rivelarsi sconsolante (segnaliamo, a questo proposito, la vicenda dello straordinario mosaico trafugato dalla martoriata Apamea, di cui potete leggere alle pp. 8-10). Il Museo damasceno custodisce – dobbiamo ricordarlo – alcuni tra i tesori piú preziosi di tutta l’archeologia del Vicino Oriente: citiamo solo gli straordinari dipinti della sinagoga di Dura Europos e le sculture della tomba ipogea di Yarhai, presso Palmira.

È con un senso di sollievo, dunque, che nello Speciale presentiamo, in esclusiva per «Archeo», il racconto della nuova «vita» di questa importante istituzione. A narrarla non è un testimone esterno, ma uno dei protagonisti stessi che all’esistenza del Museo ha dedicato lunghi soggiorni di lavoro: l’architetto Antonio Giammarusti, già noto ai lettori per essere stato l’autore del riallestimento di un’importante sezione del Museo Nazionale di Beirut (vedi «Archeo» n. 379, settembre 2016, anche on line su issuu.com). E alle parole di Giammarusti desideriamo ricollegarci per esprimere un nostro augurio: che il Museo torni presto a essere quel luogo «di cultura, ricerca e ricreazione» per il quale era stato concepito; e che il pubblico di tutto il mondo possa, a sua volta, farvi ritorno.
(Continua la lettura sul numero di Archeo in edicola!)

Andreas M. Steiner

SEDE LEGALE E AMMINISTRATIVA

REALIZZAZIONE EDITORIALE

 

 

PUBBLICITÀ E MARKETING